STORIA E DISCIPLINA DEL TANTRA

TANTRA STORY

mass021

Molto spesso di parla di Tantra genericamente senza specificare, cadendo in una contraddizioni e equivoci. Il tantra è un rituale una filosofia, anche applicata al massaggio, che in antichità veniva praticata liberamente, sino alla repressione dell’ondata musulmana che la rese al pari di un peccato contro la religione.

Il periodo massimo sviluppo del tantra si ebbe, tra il IX e il XII secolo d.C. sia in India che in Tibet, dove diversi monaci, tra cui ricordiamo Marpa e Milarepa, studiavano il benessere del corpo, spesso associato al rapporto tra uomo e donna e il reciproco scambio di piacere.

Ebbe vita la famosa “Scuola Tantrica Kagyiipa”, mentre “Tilopa e Naropa” fondarono quella di “Kalachakra”..quest’ultima giunta sotto forma di “filosofia yoga” fino ai giorni nostri.

Successivamente la scuola tantrica si divise in due filoni: la cosiddetta Via della mano Sinistra (Tantra Rosso) e la Via della Mano destra (Tantra Bianco).

ardhanareshwara-shiva-shakti-930x480

La corrente del Tantra rosso continuò a praticare anche tecniche di unione sessuale ed a raffinare tecniche volte al “prolungamento del piacere a contatto con la Shakti” (la donna), come previsto dalla tradizione antica, mentre il Tantra Bianco, deviò verso una “moralizzazione delle discipline”, evitando in maniera monastica l’unione rituale e comunque la pratica del rapporto fisico con la donna, cercando nella “manipolazione profonda e nel massaggio del corpo”, di raggiungere l’obbiettivo del più intenso benessere.

In sostanza tutto ciò nasceva dall’esigenza che i monaci, in particolar modo quelli tibetani, avendo fatto voto di castità e quindi non potendo unirsi spiritualmente e materialmente alle donne, introducessero la pratica del massaggio come “sostitutivo ad un contatto con l’altro sesso e come alternativa ad una vita sessuale”.

First time Myanmar and Thailand offer 10,000 Buddhist monks

Il Tantra Bianco diventa un Tantra Rosso, privato totalmente del contatto carnale tra “Shiva e Shakti” (divinità rappresentanti l’uomo e la donna), tra genitali maschile e femminili a favore di manipolazione e arte del tocco, dove “l’energia maschile e femminile vengono sublimate solo a livello mentale meditativo, immaginativo e simbolico”.

Il Tantra Rosso comprendeva pratiche sessuali che si esplicavano anche in gruppo (chackrapuja) includendo qualsiasi tipo di contatto, senza freni di alcun genere (DA QUI ANCHE LA NASCITA DEL LIBRO DEL KAMASUTRA E ALTRE RAPPRESENTAZIONI SESSUALI ESPLICITE)

kamasutra-mathomathis-7

Nei secoli successivi in India, a causa dell’invasione islamica e successivamente quella Inglese, il Tantra Rosso “quello originario”, fu ufficialmente soppresso e costretto a trasformarsi in una “scuola occulta e disdicevole agli occhi della legge e della morale”.

Il Tantra bianco, che presentava aspetti monastici ed era privo di approcci sessuali, fu generalmente tollerato, ma perse gradualmente la propria identità finendo col fondersi allo Yoga. Oggi lo conosciamo come “Tantra Yoga”.

corsi-di-tantra

Solo da pochi anni, “l’arte del benessere e del piacere tantrico” è stato recuperato, grazie all’interesse crescente per l’esoterismo, la New Age, il Buddismo, lo Shamanesimo e la diffusione sempre maggiore di discipline orientali o pseudo-orientali che tendono alla ricerca del “rilassamento corpo-spirito”.

In una società veloce e stressante, l’energia sessuale, sensuale, emozionale, radiante, affettiva, espressiva, meditativa e trascendente, che corrispondente ai sette chakra, vengono facilmente dispersi e repressi, con conseguenze dirette sul corpo che si ammala.

227-i-sette-chakra-nomi-significato-colori

Per questo sbilanciamento energetico, a cui lo Yoga non può sopperire, in quanto sopraggiungono sempre in maggior numero: tensione nervosa, ansia, esaurimento ed attacchi di panico. La tecnica della massoterapia è essenziale e completativa.

chakra8-768x400

In questo contesto il Tantra, è tornato ad essere quello che mancava, pertanto riscoperto e praticato, attraverso “l’arte del massaggio”

Jose’&Resya – TantraLove (fonte e testi)

mass03

“I SEGRETI DEL TANTRA” molti possono equivocare il senso di questa disciplina che per te sarà un momento di puro e completo viaggio dei sensi di corpo e mente. Il Tantra è un “Massaggio Yoga Sensoriale” effettuato in piena nudità, in un ambiente unicamente preposto, che ti mette in contatto con la nudità del tuo “maestro”, al fine di accedere a stati sublimi della coscienza, attraverso lo scioglimento muscolare con specifici movimenti e l’impiego di particolari oli essenziali.

Il Tantra non è una tecnica per conquistare, ma un modo per crescere e ampliare se stessi e le proprie percezioni. Tutto questo gioverà al tuo umore, al tuo corpo, alla tua respirazione, al tuo sistema circolatorio e quindi anche alla tua pelle. Ovviamente se ciò avviene con un “maestro/a” tonico ed armonioso, il massaggio Tantra sarà ancor più efficace.

mass04